Guarda anche...

Grande Fratello 12

imagebam.comGAIA
Pratica yoga, le piace il cinema (uno dei suoi film preferiti è "Fight Club"), la musica rock e visitare musei. Trascorre il tempo libero con le sue amiche, andando spesso a ballare.


imagebam.comILENIA
Ha un look molto particolare: "vesto casuale, cioè a caso. Detesta le persone taccagne ed egoiste. Ilenia ha un motto, tutto romanesco: "sto fiume è pieno de' risucchi", ovvero, "la vita è pienadi problemi inaspettati". 


imagebam.comFLORIANA
Floriana dichiara di manipolare gli uomini: "devono morire per me, fare tutto quello che voglio, e tenermi testa, io li tratto malissimo".


imagebam.comAMEDEO
Per lui è molto importante riuscire a stare bene con sé stesso, crede sia il punto di partenza per poter stare bene con gli altri. 


imagebam.comENRICA
I suoi obiettivi tendono sempre al massimo, vorrà essere una brava moglie, una brava mamma e una donna in carriera, perché "se ti impegni puoi ottenere tutto".


imagebam.comMARTINA
Iperattiva, Martina ama viaggiare, ultima vacanza a Formentera e Ibiza, ma sa anche stare per conto suo ascoltando musica e leggendo.


imagebam.comARMANDO
In famiglia "ero libero di essere quello che volevo, a casa mia si è sempre parlato di tutto. Guardandomi indietro non ho rimorsi, quello che volevo fare l'ho fatto". Armando ha un look "vintage" anche se non ama essere etichettato, cerca continuamente un suo stile senza cadere negli stereotipi. 


imagebam.comVITO
Le cose che più lo divertono: "sono quelle che succedono per magia", mentre detesta: "la prepotenza e l'ostentazione dell'ignoranza".


imagebam.comFRANCO
Gli amici sono la testimonianza della sua positività, 'armato' della giusta dose di ironia. Per Franco, l'amicizia significa soprattutto stima e rispetto che pretende in tutte le relazioni con il prossimo, anche in quelle sentimentali. 


imagebam.comFABRIZIO
Fabrizio è un ragazzo eclettico. Molto vicino alla famiglia, non nasconde il forte legame con la madre ed il fratello minore, anche se il suo vero punto di riferimento era il padre.


imagebam.comKEVIN
Kevin ama definirsi un "pazzo positivo con una gran tempra", infatti spiega: "Ho sempre affrontato a testa alta i problemi e gli scherni della gente, non mi sono mai pianto addosso". 


imagebam.com VALENTINA
Pratica la boxe e la corsa, ma la sua vera passione è guidare auto sportive. Ama cucinare, ma ancor di più mangiare.


imagebam.comGAETANO
Chiuso nella sua stanza Gaetano non fa che ascoltare musica, meglio se hip hop. 


imagebam.comGIUSI
Ha vissuto un'infanzia che lei stessa definisce felice, serena, agiata, un'adolescenza più difficile ("perché ero cicciotella e avevo gli occhiali"), poi la svolta, "la voglia di riscattarmi" ed ha fatto dell'autoironia la sua arma vincente. 


imagebam.comSABRINA
Una giovane che ama divertirsi con gli amici, una birra e quattro chiacchiere, adora la musica rock italiana e legge ogni tipo di libro, da Pirandello al genere fantasy. Una 'simpaticona', così la definiscono nel suo gruppo, una che sta bene in jeans e maglietta, una che sa quello che vuole. 

imagebam.comCHIARA
Nella vita ha un solo timore: annoiarsi e si riconosce un grande difetto: la logorrea. Il suo lavoro di pr la porta a conoscere molta gente, nel gruppo si sente leader, le piace organizzare serate e far divertire gli altri.


imagebam.comMONICA
In Australia racconta di avere avuto una vita molto comoda: "Avevo tutto, per questo ero sempre in cerca di qualcosa". Così Monica ha deciso di ricominciare da zero in un piccolo paese della Calabria. In fatto di uomini confessa: "Per conquistarmi un uomo deve farmi ridere". 


imagebam.comCLAUDIA
Con gli altri, sposa la filosofia del laissez-faire, tuttavia di fronte alle ingiustizie sociali e agli abusi di potere mostra il suo carattere determinato e impulsivo.


imagebam.comMARIO
Ama uscire con gli amici, mentre detesta: "l'ipocrisia, la gente che predica bene e razzola male, e chi non sta con i piedi per terra". 


imagebam.comFILIPPO
La "filosofia" è ispirata ad una frase di un quadro regalatogli dal padre quando era bambino: "se un uomo non è disposto ad affrontare qualche rischio per le sue opinioni, o le sue opinioni non valgono niente o non vale niente lui". Nella Casa porterebbe con sé solo la foto della sua famiglia. 

imagebam.comVALERIA
Di giorno, Valeria ha un look semplice, di notte: "adoro trasformarmi, indossare tacchi e abiti glitter". Detesta: "gli ignoranti fieri della loro ignoranza e chi non sa parlare in italiano". La divertono invece: "i giochi di parole, le burle". Nella Casa porterebbe l'orso con cui dorme da 31 anni. 


imagebam.comSOFIA
Sofia non sopporta le persone poco trasparenti. Nella Casa porterebbe una moneta romana, un portafortuna del nonno.

imagebam.comDANILO
Un passato difficile e un volto da "bravo ragazzo", Danilo è un simpatico barista con la passione per i tatuaggi e, ad accompagnarlo, un profondo senso della fede. 


imagebam.comMIRKO
Figlio di una ragazza madre (oggi sposata con un altro uomo, da cui ha avuto un'altra figlia, che Mirko adora), è cresciuto con i nonni. Vive da solo da quando aveva 17 anni e, nonostante l'età delicata, Mirko ha sempre avuto la ferma volontà di lottare per affermarsi onestamente. 


imagebam.comADRIANA
Adriana detesta la solitudine e "credo di essere sempre stata fidanzata per la mancanza della figura paterna che mi ha sempre spinto a cercare una persona che mi curasse e mi sostenesse, tanto che mia madre dice che, a volte, mi accontento".


imagebam.comLEONE
Trascorre molto tempo in casa a giocare ai videogiochi con gli amici, ma la Fiorentina, la musica rock e la lettura sono le sue autentiche passioni.

imagebam.comKIRAN
Riguardo la fedeltà, rivela: "non sono fedele, ma devo far credere a tutte di esserlo". "Una chiacchierata con un amico è una delle cose che mi fa star meglio, mentre non sopporto chi se la tira". 

imagebam.comCATERINA
Ha una passione sfrenata per scarpe e borse, non rinuncia mai al pilates e al suo 'power yoga'.


imagebam.comRUDOLF
Trascorre la sua giornata tra allenamenti e partite: "faccio quello che mi piace, anche se la mia vita a volte mi sembra piatta, perché vorrei poter fare anche altro". Rudolf ha un sogno nel cassetto: "andare a vivere in campagna e viaggiare". 


imagebam.comLUCA
Spera di arrivare all'età senile e di poter sorridere guardando al suo passato. Il suo motto è: "Audendum est: fortes adiuvat ipsa Venus ("bisogna osare: la stessa Venere aiuta i coraggiosi"). 


imagebam.comYASSINE
Con il motto "cogito ergo sum" va dritto per la sua strada, vivendo la sua vita con stravaganza e spensieratezza: importante il rispetto per tutti "vivi e lascia vivere".


imagebam.comDANIEL
Il suo sogno nel cassetto è produrre una sua linea d’abbigliamento: infatti Daniel, molto attento al suo look da "skater", ha già conosciuto una stilista francese con la quale vuol realizzare le sue idee. Ha una massima: "divertirmi il più possibile, cercando di raggiungere i miei obiettivi". Nella Casa porterebbe le sue inseparabili scarpe da ginnastica, ma anche una foto dei suoi amici. 

Le Schede:
GAIA = Si definisce lunatica, irascibile e impaziente, ma allo stesso tempo altruista e divertente: "o mi ami o mi odi". L'infanzia di Gaia è stata segnata dall'assenza del padre, prima a causa di un lavoro fuori città, successivamente, per il divorzio dalla madre e, infine, per il matrimonio con un'altra donna. “Quando è andato via ero ormai abituata a non vederlo. Gaia ha un ottimo rapporto con la sorella, mentre con la madre è segnato da "continui litigi".  Ha 7 tatuaggi, un angioletto dietro l'orecchio sx, il nome del cugino sull'indice della mano sin, il simbolo dell'infinito sul polso sx, un serpente sulla caviglia sx, una luna e una fata sul gluteo dx, una corona sulla spalla sx. Ha 2 piercing, 1 al naso e 1 sulla lingua.
ILENIA = Simpatica, bella e romana: Ilenia è una ragazza verace, istintiva e dalla battuta pronta. Si definisce "divanara": "dormirei tutto il giorno. Il mio sogno nel cassetto è andare a vivere in una spiaggia americana e fare la bagnina, vorrei stare sempre in ciabatte". Vive da sola fin da quando aveva 18 anni. I suoi genitori si sono separati quando lei ne aveva 12: la separazione dei suoi ha coinciso con l'inizio della frequentazione dell'Accademia di danza: "che - ricorda - è stato un periodo della mia vita molto stressante". Il rapporto con la famiglia lo definisce: "un rapporto normale, civile". Ha anche una sorella, Giulia, alla quale è molto legata. Ha pochi amici: "per via del lavoro di mio padre da piccola cambiavo spesso scuola, così ho sempre avuto difficoltà a coltivare amicizie, non sono un tipo da comitiva". 
FLORIANA = "Seduttrice per antonomasia": è così che si definisce Floriana. Il suo aspetto procace e il suo modo di fare da ammaliatrice, nascondono una personalità intelligente e molto intraprendente, in particolare con gli uomini: "non mi resistono, li imbambolo, mentre le donne le oscuro!". Confessa di non esser mai stata fedele: "per 3 anni ho intrattenuto due relazioni contemporaneamente". In fatto di gusti, si definisce un'esteta: "il mio uomo ideale deve essere bello, alto, muscoloso, lo voglio perfetto". Confessa che, probabilmente, questo suo atteggiamento con gli uomini deriva dal rapporto distante e superficiale che ha sempre avuto con il padre: "è l'unico uomo che non sono riuscita a conquistare".
AMEDEO = Simpatico ed estroverso, Amedeo è un bel ragazzo molto sicuro di sé, spesso giudicato quasi presuntuoso, al quale non piace passare inosservato. Con i suoi genitori non ha un rapporto molto intimo, ma: "li stimo perché non avevano niente e sono riusciti a costruire molto per loro e per noi".Ciò che lo colpisce di più in una donna è il volto, ma confessa che la sua principale esigenza in un rapporto di coppia è avere al fianco una persona che condivida le sue stesse passioni, lo sport su tutte. Amedeo è un ragazzo ottimista e positivo: il suo sogno nel cassetto è andare a vivere a Miami e trovare un lavoro che lo soddisfi. Ama la compagnia e il suo motto è: "vivi come se dovessi morire domani, pensa come se non dovessi morire mai" . 
ENRICA = Con una gran voglia di vivere, gelosa e possessiva con i suoi fidanzati come una siciliana doc, ma con la libertà mentale di una milanese, Enrica, per inseguire i suoi sogni e studiare psicologia è "fuggita" da Bronte (CT) dove viveva con la sua famiglia. "A Milano ho trovato la mia dimensione, mi sento viva quando vivevo a Bronte mi sentivo spesso additata per le mie scelte, ricevevo commenti cattivi da ragazze invidiose e venivo discriminata dai professori.” Nonostante tutto ama molto la sua terra, "porto con me un bagaglio di valori importanti". Enrica definisce la propria famiglia "fantastica", dalla quale ha sempre ricevuto sostegno. Oggi Enrica è single. La sua relazione più importante è durata quattro anni e la definisce "una storia molto sofferta, che alla fine si è esaurita". Non crede nella casualità e la sua filosofia è: "la fortuna non esiste. Esiste solo il momento in cui il talento incontra l’occasione giusta". Si definisce carismatica, intelligente, ambiziosa, testarda e presuntuosa. Maniaca dell'ordine e della pulizia, spera che nella Casa nessuno intenda fare il 'furbo', "perchè non mi faccio mettere i piedi in testa da nessuno". 
MARTINA = Torinese doc, come ama definirsi, Martina è una ragazza schietta, socievole ma anche testarda ed impulsiva. Le piace divertirsi soprattutto con gli amici. Ha due amiche del cuore che la definiscono una pazza scatenata e ne apprezzano la sincerità. Martina sa adattarsi alle situazioni di convivenza, anche se non sopporta l'arroganza, la falsità e la maleducazione che combatte però senza alzare la voce "in fondo sono tollerante e spesso lascio correre... la vita è stupenda e litigare non serve". Si definisce una ragazza alla moda alla continua ricerca di uno stile che la valorizzi, provando a personalizzare il suo look. La recitazione è il suo hobby preferito ma le piace anche correre nei parchi e viaggiare.
ARMANDO = "Solo con la fatica si ottiene il successo personale": questo è il motto di Armando, è il pensiero che lo ha accompagnato sin dall'infanzia. Armando, a differenza dei suoi coetanei, non è voluto fuggire dal luogo in cui è nato per cercare fortuna altrove. Vive a Catania ed il suo sogno è quello di realizzare nuovi progetti di architettura e design per migliorare la sua città. Odia il malaffare, in particolar modo la mafia. Nonostante un'infanzia travagliata ed un cattivo rapporto col padre Salvo, Armando è legatissimo alla mamma Mirella e alla sorella Natalie, anche se il suo vero punto di riferimento era il nonno ebanista da cui ha ereditato la creatività. Il giovane architetto non nasconde la sua cultura, è orgoglioso di essere stato il primo laureato nella sua famiglia, ama i film di Kubrick, in particolare 'Arancia Meccanica', e i libri di Stefano Benni. Autocritico, lunatico, riflessivo e testardo fino all'estremo, è un ragazzo che si contraddistingue per un'incredibile curiosità verso tutto ciò che lo circonda. 
VITO = Elegante e gentile, Vito, si definisce generoso d'animo, permaloso ma mai irascibile. Viaggia sempre per via del suo lavoro, ma confessa: "è l’unico modo per sconfiggere la mia pigrizia". Della sua vita racconta: "da bambino ero molto introverso, così a un certo punto ho cominciato a nascondere la mia timidezza dietro un muro di aggressività. Poi ho cominciato a viaggiare e conoscere molte persone e tutte quelle barriere si sono sgretolate. Ho capito molto di me e ci lavoro continuamente". La sua donna ideale deve essere: "molto donna, femminile, elegante, delicata e con molta personalità". Il suo motto è "Immagina". Ama la musica e i viaggi. Pratica la corsa e il calcetto. Trascorre il suo tempo libero con gli amici o in cucina.
FRANCO = Curioso, impulsivo, ma rassicurante: tre aggettivi per descrivere Franco che appare ottimista quando dice di "voler vedere sempre il lato positivo delle cose" ma, anche conscio, del suo essere a volte di umore altalenante, "ma dura poco". Un ragazzo spensierato, cresciuto a Roma tra il calore e l’affetto della famiglia, ma ha imparato ad adeguarsi ad ogni situazione e circostanza; studente modello, una crisi adolescenziale lo ha aiutato a capire 'cosa fare da grande'. A 21 anni ha cominciato a studiare fisioterapia poi, la laurea e quindi l’inizio della sua attività. Vive con un tocco di originalità anche la scelta del suo abbigliamento "retrò e casual, adoro i panciotti". Il suo motto è: "vivi ogni giorno come fosse l’ultimo". E' un ‘polistrumentista’ suona il basso, la chitarra ed anche la batteria, gioca a pallavolo, beach volley, un tempo a livelli agonistici.
FABRIZIO = Fabrizio è un aitante rappresentante di caffè non classificabile come il solito "bel ragazzo". Un look metropolitano, anima rock, fisico scultoreo. La sua passione per i tatuaggi lo ha portato a fare il tatuatore e ne ostenta ben sette, uno dei quali, il simbolo di Marte, lo ha realizzato da solo. Definisce il più importante viaggio della sua vita quello intrapreso a vent'anni con un amico in Messico, Guatemala e altri paesi del centro America.
KEVIN = Spiritoso, eccentrico, deciso: "Sono sempre me stesso, faccio quello che mi piace, se voglio i capelli viola non ci rinuncio, tanto le persone non fanno mai a meno di giudicarti". Non nasconde la sua omosessualità, confessando: "Non mi interessa molto la bellezza, invecchiando scompare, cerco piuttosto una persona vivace e amante della vita". Confessa di essere molto pigro: "Per esempio preferisco un albergo comodo o un villaggio turistico, a mete esotiche e straordinarie ma faticosissime". Veste sempre colorato e non rinuncerebbe mai alle sue paillettes e ai suoi accessori: "Il grigio mi fa venire l'ansia". 
VALENTINA = Una pilota spericolata in un corpo da Miss: Valentina, con il suo simpatico accento barese, ha la passione per i motori ma sfila sulle passerelle, partecipa a concorsi di bellezza e da grande vorrebbe diventare un'attrice. Si definisce altruista e determinata, ma anche impulsiva e testarda. Dopo la scuola ha iniziato a lavorare: "ho fatto tutti i lavori, dalla baby sitter al volontariato militare, poi quando ho preso la patente ho scoperto la mia passione per la guida, così tutti i soldi che guadagnavo li spendevo in affitto di auto di grossa cilindrata". Sino a partecipare a gare sportive. A proposito di uomini aggiunge: "mi piacciono i ragazzi esili e non muscolosi e poi non amo le persone possessive, ho bisogno di creare basi di stima e fiducia". A proposito del suo look, spiega: "di giorno vesto in maniera semplice e comoda, poi la sera mi trasformo, non mi riconosce nessuno". 
GAETANO = Affrontare ogni situazione con il sorriso sulle labbra, questo è lo stile di vita di Gaetano. Un ragazzo buono, sensibile, spiritoso ma anche impulsivo e testardo. Per via del lavoro che svolge è sempre in compagnia di molte persone, che ama intrattenere con il suo umorismo, ma poi si rifugia da "quei pochi amici fidati" che gli vogliono bene per la sua semplicità. Ama vestire casual, un look "adeguato ad ogni situazione", soprattutto per praticare lo sport che più gli piace: "rompere le scatole a tutti... ma sempre entro i limiti del rispetto". Intanto entra nella Casa portando con sé l'imprescindibile rasoio elettrico, forte della sua capacità di adattarsi, ma avvertendo: "non sopporto la presa in giro pesante... quella mi infastidisce". 
GIUSIUn vero vulcano di simpatia, Giusy ama "vivere la vita" e lo fa con quel "pizzico di pazzia" che i suoi amici, tanti, le riconoscono come il suo miglior pregio: "per Giusy non esistono aggettivi... Giusy è Giusy". Tenendo fede al suo motto "volere è potere, il resto sono solo scuse", la giovane siciliana si definisce determinata e testarda: arrivo sempre dove decido di arrivare". 
SABRINAOrigini tunisine, Sabrina ha mille sogni nel cassetto e una straordinaria volontà di realizzarsi. Si definisce solare, intraprendente e altruista, procede per la sua strada consapevole che "il destino ce lo disegniamo da soli ogni giorno". Da grande vuol diventare magistrato. Ama viaggiare, Sabrina spiega che le uniche cose di cui ha bisogno sono: "uno zaino sulle spalle e la mia amica al fianco". Un'infanzia difficile a causa dell'assenza della figura paterna, "ma mia madre è una donna fantastica", poi crescendo i piccoli successi scolastici che le hanno dato tante soddisfazioni, oggi Sabrina è serena. E' pronta ad intraprendere questa nuova avventura, ma a proposito della convivenza forzata non nasconde: "sopporto ma meglio che non sbotto". 
CHIARA = Dinamica, creativa e con un carattere "tosto", Chiara è un ragazza che non riesce a stare ferma. Con gli amici è generosa e altruista, ma se si arrabbia, ha la "lingua biforcuta: non mi è difficile litigare, ma poi faccio subito pace". A Chiara piace vivere alla giornata. In futuro vorrebbe realizzarsi: "con un lavoro che mi piace, creativo e che mi permetta di stare sempre in giro". Ha un prototipo di uomo ideale "rasato, alto e un po' cicciottello", ma nella realtà, incontra sempre uomini diversi. Caratterialmente "deve essere sicuro di se stesso. Deve stupirmi, farmi divertire ma anche un po' dannare. Deve dosare le attenzioni, altrimenti mi annoio". Non sopporta le persone "bigotte e antiche di testa e quelle false". 
MONICAAustraliana ma di origini calabresi, Monica è venuta in Italia per un viaggio di piacere ma, la sua terra d'origine le è piaciuta da decidere di rimanere, anche contro il volere dei genitori, italiani emigrati a Sidney. Si definisce leale e simpatica, ma anche permalosa e testarda. I suoi amici più cari sono sparsi per il mondo tra Sidney, l'Italia e New York: per loro Monica è un vero punto di riferimento: "Mi chiamano 'Rocky'". Stare con i suoi amici e andare a ballare sono le cose che più la divertono, mentre non sopporta le persone false e le mancanze di rispetto. Ama la musica vintage e definisce il suo stile 'dark-chic', perché veste sempre di nero e adora le griffe. Nella Casa porterà: "L'anello di mia nonna e della mia madrina". 
CLAUDIABallerina di burlesque dal fisico sensuale e dal temperamento esuberante. Nella Casa vorrebbe portare con sé la foto del figlio e alcuni prodotti per la cura del corpo. Di un detto napoletano ha fatto il suo motto: "Dicette 'o pappece vicin' 'a noce: damme 'o tiemp' ca te spertoso" ossia, "Disse il verme alla noce, dammi il tempo che ti perforo". 
MARIO = Mario non è il solito 'bello e impossibile', ma un ragazzo semplice e garbato molto legato alla sua famiglia. Vive a Milano, dove fa l'indossatore, mentre la famiglia - i genitori e le due sorelle di 28 e 23 anni, che sono i suoi veri punti di riferimento - vive in Puglia. E' stato innamorato una sola volta nella vita. Quando, per un infortunio, è tramontato il sogno della carriera calcistica, si è trasferito a Milano per fare il modello. Il padre, che lo preferiva calciatore, ha finito per appoggiarlo anche in questa nuova attività. Il suo sogno nel cassetto è: "fare l'attore, studierei anni per riuscirci". Il suo motto è: "carpe diem". Nella Casa porterebbe un solo oggetto: "l'anello che mi ha regalato mio padre sei anni fa, non l'ho mai tolto, mi porta fortuna".
FILIPPO = Orgoglioso, determinato e amante delle belle donne, Filippo, si definisce "il gallo - buono - del pollaio". Single e con molti amici, confessa di non essersi mai innamorato: "la parola fedeltà non esiste nel mio vocabolario. Ho sempre avuto un debole per le donne sensuali e procaci, salvo una recente inversione di tendenza: oggi mi sento più attratto dalle ragazze 'acqua e sapone', ho capito che le donne molto appariscenti non hanno tempo di occuparsi di cose più serie, invece, ora, ho bisogno di una donna con idee e valori". Pur raccontando di aver sempre ricevuto molte attenzioni in famiglia, confessa di esser stato un adolescente irrequieto e poco studioso. "In questo momento mi sento in una fase di cambiamento, perché la mia vita non è più come vorrei che fosse, la mia principale ambizione è diventare indipendente, dedicarmi ai miei progetti personali ed andare a vivere da solo". Filippo detesta il classismo e la superficialità, stare con i suoi amici è la cosa che lo diverte di più. 
VALERIA = Brillante e sofisticata: Valeria ha trascorso la sua vita a leggere e viaggiare. Tanto brillante da avere un quoziente d' intelligenza di 160, e per anni è stata socia del Mensa Club che riunisce le persone più intelligenti del mondo. Si definisce: "solare, molto sensibile e generosa, ma anche disordinata e permalosa". Gli animali sono una delle sue innumerevoli passioni, in particolare quelli selvatici, per questo ha studiato in America e ha lavorato in un ospedale in Grecia. Di sé racconta: "mi adatto ad ogni situazione, ma sono anche molto suscettibile, se mi fanno arrabbiare non risparmio niente a nessuno". L'amore per la lettura ha origini lontane: da piccola trascorreva molto tempo a leggere nella cantina-laboratorio della gelateria di famiglia, e anche durante l'adolescenza i libri sono stati la sua "salvezza". "Ero grassa - racconta - avevo gli occhiali e la forfora, quindi non uscivo di casa. Anche allora mi hanno salvato i libri. Poi hanno inventato lo shampoo antiforfora e le lenti a contatto, così ho iniziato ad uscire e fare molto sport". E' allora che Valeria ha conosciuto il suo primo amore, una storia durata 8 anni. In seguito ha avuto una seconda relazione, durata altri 6 anni e finita un anno fa. Oggi è single, ma innamorata: "un'altra persona mi ha rubato il cuore. E' un amore corrisposto ma impossibile". Confessa di avere un debole per gli uomini più grandi: "mi piacciono attempati, magri e magari con la pancia e poi mi devono tenere sul piedistallo: voglio essere adorata, altrimenti ne faccio volentieri a meno". Il suo sogno nel cassetto è diventare chirurgo, il suo motto è "bene o male l'importante è che si parli di me". Adora il gossip e chiacchierare con le amiche delle loro relazioni.
SOFIA = Sofia è buffa e molto estroversa, ma: "sono intransigente per me è bianco o è nero, non vedo i grigi". E' cresciuta a Pescara con i nonni materni, con la madre ha sempre avuto un rapporto molto conflittuale, mentre con il padre, pallanuotista olimpionico, si è riavvicinata negli ultimi anni. Sofia non si è fatta mancare nessuna esperienza: "per scappare da mia madre a 17 anni mi sono trasferita a Roma, poi a Londra e, dopo poco, mi sono iscritta alla facoltà di Giurisprudenza a Milano". Il suo sogno nel cassetto è raggiungere l'indipendenza economica. Sofia è una ragazza molto socievole. E' single e piuttosto vivace: "sono stata fidanzata dai 16 ai 21 anni, poi durante una vacanza, ho conosciuto un animatore, ho lasciato il mio fidanzato e sono andata a convivere con lui un anno, ma poi è finita e, tutti quelli che sono venuti dopo, sono scappati a gambe levate! Prima gli uomini mi piacevano belli e muscolosi, ma sono stata sempre con uomini brutti o lontani da me per stile di vita e aspirazioni. Oggi non mi interessa più l'aspetto, vorrei incontrare una persona che riesca a starmi vicino e che mi tenga testa".
DANILO = Si definisce semplice, generoso e sempre disponibile. Il padre, dopo aver saputo che il figlio undicenne aveva commesso piccoli reati, chiese, disperato, l'aiuto del parroco Don Antonio. Danilo viene mandato a vivere in una sorta di "casa famiglia" legata alla chiesa per circa un mese. Ma i litigi con i genitori continuavano e Danilo decise di andare a vivere con i nonni. Purtroppo Danilo ha continuato a fare piccoli furti e a condurre una vita ribelle fino alla morte della persona più importante della sua vita, la nonna. "Mia nonna era come una mamma e, quando è morta, ho sentito qualcuno che mi toccava e mi diceva vieni in chiesa: in quel momento è cambiato tutto, la mia vita, la mia testa".  Racconta di avere una vera e propria fissazione per l'ordine e la pulizia anche nell'abbigliamento, ammette di voler stare sempre al centro dell'attenzione e di detestare le prese in giro. L'oggetto che porterebbe con sé nella Casa è il rosario della nonna. 
MIRKO = "Non mollare mai". E' il motto di Mirko e la frase che più di ogni altra descrive lui e il suo percorso: nonostante una serie di avversità, infatti, non si è mai perso d'animo e oggi può dirsi orgoglioso della sua vita, soprattutto del suo ha lavoro che gli regala molte soddisfazioni. Il suo punto di riferimento e il nonno Gastone "è la mia vita. E' un uomo onesto e leale, per me è stato padre, amico e nonno. Mi ha dato tutto quello che poteva darmi". Mirko è un ragazzo piuttosto diffidente, coerente, non sopporta la falsità, le ingiustizie, la prepotenza, è intransigente e di solidi principi (che vorrebbe fossero rispettati da tutti: "io su certe cose non ho mai sbagliato, quindi mi è difficile capire chi, invece, sbaglia"). Cerca sempre di difendere i più deboli: "a volte i miei modi possono essere un po'irruenti, ma i miei amici dicono che ho un animo immenso. Mi so fare voler bene". Il suo sogno più grande è quello di "mettere su famiglia, avere dei figli cui non far mancare niente". La sua donna ideale deve essere come lui: "sincera, schietta, viva, anche un po' pazza, fedele e con sani principi". 
ADRIANA = Salernitana, bellissima , genuina, Adriana è una ragazza molto emotiva e vivace: lavora fin da quando aveva 14 anni per aiutare la famiglia e perché ama essere indipendente, studia per diventare assistente sociale e si divide tra il lavoro diurno di insegnante di ginnastica ritmica e il lavoro notturno in discoteca. Adriana con il padre non ha mai avuto alcun rapporto e, a causa degli impegni lavorativi della madre, ha trascorso la sua infanzia con la nonna materna: "la chiamo mamma". Subisce il fascino del 'fisico da calciatore', ma detesta i 'dongiovanni' e gli uomini dall'aspetto troppo curato ("ha da fa' l'omm"), mentre non sopporta le donne frivole: "quelle che fanno le oche". Adriana è una ragazza dal look versatile, "posso indossare indifferentemente un paio di jeans o vestire abiti provocanti". Il suo motto è: "quello che semini, raccogli". 
LEONE = Leone appartiene alla nobile famiglia fiorentina dei Guicciardini, una delle più antiche e in vista della città. Discendente di quel Francesco Guicciardini, considerato il nonno della storiografia moderna, Leone, nonostante cotanto lignaggio, fa il cameriere e non si pettina da 5 anni: è un giovane simpatico dai gusti eccentrici. Ha viaggiato dall' Italia alla Mongolia con la sua vecchia Panda. Ma ha anche abbandonato da anni il telefono cellulare. Si definisce generoso e sincero, ma anche molto pigro: "starei tutto il giorno in casa". I genitori hanno divorziato quando aveva 3 anni: ha un buon rapporto con entrambi, anche se vede poco il padre che abita in campagna. 
KIRAN = Indiano fuori, bergamasco dentro: Kiran è nato in India ed è stato adottato quando aveva 3 mesi. Vive con i suoi genitori, padre pensionato e madre casalinga, in provincia di Bergamo: "abbiamo un rapporto aperto, andiamo molto d'accordo". Si definisce una persona 'alla buona', e spiega: "sono di compagnia e creo compagnia, dico sempre quello che penso e sono ambizioso, ma non passo sopra agli altri per perseguire i miei obiettivi, ho grande rispetto per il prossimo, ma ho imparato che se non ti fai valere ti schiacciano, ho dovuto imparare a difendermi per non soccombere". Kiran ha iniziato a lavorare a 14 anni, infatti il suo motto è "làura, làura, làura" (lavorare, lavorare, lavorare).
CATERINA = Spirito free e fisico invidiabile, Caterina è una ragazza simpatica con una personalità forte e un carattere dolce. I suoi genitori si sono separati quando Caterina aveva 4 anni. Caterina vive da sola e confessa che il suo sogno nel cassetto è: "avere la famiglia che non ho mai avuto". Si descrive come una ragazza sincera, generosa e solare. L'amicizia è uno dei valori in cui crede di più ed i momenti che preferisce sono quelli che trascorre in compagnia dei suoi amici più cari. "Subisco il fascino del 'bello e dannato', se è troppo buono mi annoio", dichiara di essere fedele solo quando ama. Il motto di Caterina è "vivi e lascia vivere". 
RUDOLF = Fisico scolpito, rugbista per passione e per scelta dall'età di 13 anni, Rudolf è un ragazzo buono e riservato. Si definisce altruista, disponibile e testardo. Rudolf è convinto che il rugby lo abbia indirizzato ad una vita sana: "se non avessi iniziato a giocare, sarei uscito con gente poco raccomandabile". Rudolf non dà molto peso al look: "potrei vivere una vita in ciabatte e bermuda". La cosa che più lo diverte è: "la compagnia mentre detesto chi impone il proprio pensiero". Il suo motto è in dialetto romanesco: "tanto guadagno tanto me' magno". Nella Casa porterebbe: "la catenina d'oro che mi ha regalato la mia bisnonna al battesimo".
LUCA = "Una persona complessa". Si definisce così Luca, annoverando tra i suoi pregi "l'intelligenza, la fermezza e la creatività" e tra i suoi difetti l'essere "permaloso e polemico". Ha pubblicato su un sito internet più di 100 "opere", tra pensieri, frasi, aforismi e poesie. Trova l'ispirazione nelle piccole cose, ogni momento è buono per scrivere e, prima o poi, pubblicherà anche un libro (ha intenzione di devolvere il ricavato in beneficenza). E' affascinato dallo squalo bianco - "quando il mondo ha iniziato a temerlo, dopo i film di Spielberg, io ho iniziato ad amarlo" - e farebbe qualsiasi cosa pur di vederne uno dal vivo. Crede molto nell'amicizia: va coltivata e non si può "concedere a tutti, altrimenti perde di valore". Comportandosi così, sa di correre il rischio di sembrare "snob", ma questa cosa non lo spaventa. Detesta i pregiudizi e la mancanza di rispetto.
YASSINE = Non sopporta le persone noiose e dice di sapersi adattare ad ogni situazione: con questo indispensabile bagaglio Yassin, entra nella Casa consapevole che è "un'opportunità che capita una volta sola nella vita". Ottimista, estroverso e molto loquace è il 'giocherellone' del suo gruppo di amici pochi, ma fidati, con i quali condivide la sua quotidianità. 
DANIEL = Fin da bambino il suo sport preferito è sempre stato il calcio, è appassionato di musica hip hop ed ama trascorrere il tempo libero con i suoi migliori amici. Madre svizzera, padre kenyota, Daniel rappresenta l'incontro magico fra due culture agli antipodi. A Daniel non manca mai il sorriso, ha un'attitudine positiva e scanzonata alla vita, ma è anche un giovane molto determinato e deciso. I suoi genitori si sono separati quando lui aveva 5 anni, così la mamma si è dovuta occupare di loro, provvedendo al loro mantenimento: per questi motivi Daniel ha vissuto diversi anni in una casa famiglia. A proposito della madre dice: "Ci tengo troppo". Confessa di avere una predilezione "per le ragazze mediterranee e un po' rock". Daniel ha molti amici, ma pochi sono quelli che trascorrono praticamente l'intera giornata con lui: "Siamo cresciuti insieme, e per loro mi farei tagliare un braccio". Dopo quella che sembrava essere una promettente carriera calcistica in giro per il mondo, alcune delusioni e la voglia di raggiungere la sua fidanzata di allora in Svizzera, hanno portato Daniel a cimentarsi nel mondo della moda e dello spettacolo, prima partecipando a concorsi di bellezza, poi recentemente al reality francese "Secret Story". 




credits to: GrandeFratello.Mediaset.it

Nessun commento:

Posta un commento